Linea Bovinimacellazione bovini
Linea Ovinimacellazione ovini
Linea Suinimacellazione suini
Linea Struzzimacellazione struzzi
Lav. Carnilavorazione carni
Lav. Frattaglielavorazione frattaglie
Stallestalle
Depositi Frigodepositi frigo
Imp. ausiliariimpianti ausiliari

Recensioni - Eurocarni

------------------------------------------------------------

Il più grande mattatoio ovino al mondo realizzato in Arabia Saudita

Fra il 15 ed il 20 di Marzo è entrato in funzione quello che oggi può essere considerato il più grande macello del mondo per ovini. Si tratta del grande complesso dei macelli sacrificali della Mecca in Arabia Saudita, e non c'era migliore occasione della annuale festa dell'Haji, che unisce tutto il mondo islamico durante tale periodo per la macellazione rituale delle pecore.

L'opera rappresenta un grande successo della piccola industria italiana, e siciliana in particolare, giacchè il contratto per la fornitura e l'installazione delle linee di macellazione e delle varie apparecchiature è stato assunto dalla Cogemat S.r.l., azienda notissima nel settore e sicuramente leader nel Centro-Sud d'Italia, che non poteva avere debutto migliore per il primo impianto all'estero.

Nella realizzazione, la Cogemat S.r.l. è stata affiancata dalla Bil Engineering & Planning Ltd., società irlandese specializzata nell'engineering in campo frigorifero ed agro alimentare, e con questa ha posto in essere una partnership finalizzata alla scopo, che si è conclusa felicemente con il completamento degli impianti nei ristrettissimi termini imposti contrattualmente.

L'opera, infatti, è stata realizzata sotto lo stretto controllo del Ministro dei Lavori Pubblici Saudita, trattandosi della più grande opera in campo religioso degli ultimi anni, e pertanto era stata imposta una data perentoria per consentire l'utilizzo del macello durante l'Haji del 2000.

Lo sforzo per la realizzazione è stato enorme giacchè dalla firma del contratto, alla fine di Maggio, fino al perfezionamento della lettera di credito da parte dell'impresa saudita committente Al Owaidah, si era giunti alla fine del mese di Agosto senza aver ancora costruito nulla, mentre l'ultima spedizione doveva avvenire irrevocabilmente entro il 31 Dicembre 1999.

Conseguentemente sono state mobilitate dalla Cogemat e dalla Bil Engineering tutte le aziende italiane più capaci per componenti ed accessoristica necessari.